header image
 

Se non fossi italiano

Non fossi italiano, a sentire certi discorsi di certa “gente” dedurrei che:

- in Italia buona parte della popolazione è stata costretta con la forza a prendere uno o più cani;
-in Italia pare che avere uno o più cani sia obbligatorio per legge;
-in Italia è obbligatorio far abbaiare i propri cani il più possibile in modo da disturbare il vicinato fino a fargli perdere ragione e pazienza;
-in Italia è obbligatorio tenere i propri cani in terrazze o spazi angusti, o comunque in spazietti esterni dove il cane possa abbaiare e ululare tutto il giorno facendosi sentire da tutti;
-in Italia è obbligatorio tenere i propri cani fuori, meglio se in prossimità di altre abitazioni;
- in Italia i cani vanno lasciati da soli per più tempo possibile, fuori casa, anche di notte;
- in Italia i marciapiedi non servono a ciò per cui erano stati ideati, ma sono latrine per cani;
- in Italia è vietato dalla legge pulire gli escrementi del proprio cane;
- in Italia è obbligatorio far cagare e pisciare i propri cani davanti o nelle proprietà altrui;
- in Italia se una persona senza cane1 discute con una persona senza cane2 e ha ragione, la persona senza cane1 ha ragione. Ma se la persona senza cane1 discute con una persona con cane e ha ragione, mentre quella col cane ha torto marcio, automaticamente la persona con il cane avrà più ragione di tutti

T( testo copiato dal web)

~ di Blog Admin on 1 Maggio 2017.

Lascia un commento

Devi effettuare il login per inviare un commento.